Vita di una creativa

Vendere le proprie creazioni: i marketplace

Spesso, girovagando su vari gruppi facebook o pagine dedicate alla creatività, mi è capitato di leggere di creative che pur realizzando cose carine e ben fatte, non riescono a trovare il giusto modo per pubblicizzarle e venderle. Pertanto, sulla base della mia esperienza in merito ho deciso di darvi qualche consiglio, sperando possa esservi utile.

Innanzitutto, è bene specificare che la normativa italiana, impone delle regole da rispettare dal punto di vista fiscale…ma di questo sicuramente avrete letto o sentito parlare e quindi eviterò di soffermarmi. Per chi non avesse ancora avuto modo di informarsi, potete trovare qui tutte le informazioni in merito. In alternativa, se vorrete approfondire, consiglio la lettura del libro “Fisco amico per creativi” di Carmen Fantasia, molto chiaro ed esaustivo.

Distinguiamo innanzitutto la vendita online dalla vendita diretta e inizio col parlarvi della prima.

La vendita online.

Immagino che tante di voi, come me, dopo un pò di tempo passato a creare, creare e creare, abbiano avuto l’esigenza di voler vendere le proprie creazioni. Il problema principale che si pone, però, è che finchè le teniamo ben conservate tra le mura di casa, difficilmente troveremmo acquirenti!!! Quindi il primo passo da fare è sicuramente quello di mostrarle!!! Ma come?

Internet ormai è il nostro mondo parallelo e offre varie possibilità…ovviamente, come in tutte le cose, sta a noi saperle sfruttare al meglio!

Esistono varie piattaforme di vendita di prodotti handmade, cioè dei siti, sui quali, una volta iscritti, si ha a disposizione un proprio spazio da personalizzare con logo, presentazione etc…e ovviamente una “vetrina virtuale” su cui pubblicare le inserzioni dei prodotti che vogliamo vendere.

Ve ne posso menzionare alcuni, tra cui:

  • Misshobby (che è italiano)
  • Etsy
  • A little market (che però mi pare stia per chiudere)
  • Dawanda

Io personalmente sono iscritta da tempo su Misshobby, e per quanto mi riguarda non funziona male. Si paga una quota al momento dell’iscrizione (che va rinnovata ogni anno) e una piccola percentuale su ogni oggetto venduto.

misshobby

Attenzione però….!!! Lungi da voi pensare che una volta iscritti il gioco è fatto! Eh no no…magari! La difficoltà (se vogliamo), e il lavoro più impegnativo viene adesso!

Dovrete tener presente che quello spazio è il vostro negozio virtuale e come in un negozio reale, se è disorganizzato, se i prodotti sono presentati male, nessuno li comprerà!

Quindi armatevi di pazienza e curate tre aspetti fondamentali:

  1. La manifattura. Prima di mettere in vendita una vostra creazione, osservatela bene, accertatevi che sia bella, che voi in primis la comprereste, che non è la brutta copia di altre creazioni trovate su internet, che non ha difetti dovuti alla fretta….magari perchè si tratta di una cosa che vi è venuta male e vorreste sbarazzarvene racimolandoci qualcosa! Niente di più sbagliato!!!! Ogni cosa che pubblicate contribuisce a dare l’idea del vostro modo di lavorare, dell’accortezza che mettete nel fare le cose…e se su cinque articoli, uno “nun se pò guardà”, il possibile acquirente si confonde e per non sbagliare non acquista. Ricordate, più le vostre creazioni saranno originali, fatte bene e con materiali di qualità, e più avete possibilità di venderle.
  2. Le foto. Le foto dei vostri prodotti dovranno essere nitide, chiare e luminose. No a foto mosse, al buio (o quasi), con effetti anticati, etc.
  3. Le descrizioni. Non avendo la possibilità di vedere materialmente il prodotto, l’acquirente deve poter avere più informazioni possibili attraverso le descrizioni. Quindi: specificare di cosa si tratta, di che materiale è fatto, le dimensioni ed eventuali particolari che lo caratterizzano.

Una volta organizzato con cura il vostro negozietto virtuale, non vi resta che attendere i visitatori…e perchè no, i compratori.

inserzione

Mi raccomando anche alla serietà con i clienti! Non fate passare troppo tempo prima di rispondere ad eventuali messaggi, siate sempre cortesi, nonostante a volte qualcuno non lo meriti, e non polemizzate mai…perchè sappiate che (ahimè) anche online “il cliente ha sempre ragione!” Massima puntualità nelle consegne, e se vi rendete conto di non potercela fare, avvisate il cliente con grande anticipo.

Per quanto riguarda i pagamenti, questi siti mettono a disposizione varie possibilità e sarete voi a decidere quale o quali adottare per il vostro negozio. Io consiglio, per esperienza, di evitare il contrassegno!

Se sarete attente a tutti questi accorgimenti non ci vorrà molto ad avere la soddisfazione di spedire i vostri pacchetti!!! E credetemi…per me tutt’ora è un’emozione!

Per oggi vi saluto così…però mi raccomando se avete domande in merito non esitate!

La prossima volta vi racconterò invece dei mercatini…

Annunci